Condizioni generali

art.1 – Efficacia della Garanzia. Il presente contratto si compone delle condizioni speciali indicate nel frontespizio dell’ “atto di fideiussione” e dalle presenti condizioni generali. La garanzia prestata con il presente contratto si riferisce esclusivamente alle inadempienze verificatesi dopo il suo perfezionamento in merito alle sole obbligazioni specificate nel campo “Oggetto della fideiussione” e, salvo diversa specifica riportata nel frontespizio dell’ “atto di fideiussione”, rimarrà operante fino al momento della liberazione del Contraente nei modi indicati all’art.5. Salvo espressa deroga, a pena di decadenza della stessa, la garanzia non può essere ceduta a terzi. In caso di discordanza tra condizioni particolari e condizioni generali, queste ultime avranno la prevalenza. Con la sottoscrizione del presente contratto il beneficiario accetta di essere iscritto nel libro dei soci con la qualifica di socio onorario, senza oneri tra lui e la cooperativa.

Art. 2 – Condizione e clausola risolutiva. La presente fideiussione è sottoposta alla condizione risolutiva espressa della veridicità delle dichiarazioni delle Parti ed inoltre non spiega alcun effetto giuridico se non firmata da tutte le Parti e se non regolarmente quietanzata, ad incasso avvenuto del corrispettivo pattuito. La presente fideiussione è sottoposta a clausola risolutiva espressa in caso di mancato adempimento delle obbligazioni di cui all’art.6 ed 8.

Art. 3 – Calcolo del corrispettivo della garanzia – supplementi. Il corrispettivo della garanzia per il periodo di durata previsto in contratto è dovuto in via anticipata ed in unica soluzione; in caso di minor durata esso rimane integralmente acquisito dalla Società. Nessun rimborso di quota del corrispettivo pagato per la prestata fideiussione sarà dovuto dalla Società nel caso di anticipata estinzione delle obbligazioni oggetto della garanzia. Il corrispettivo relativo al presente contratto è, comunque, incamerato dalla Società e non potrà in alcun caso esserne richiesta la restituzione, indipendentemente dalle determinazioni del Beneficiario. In caso di maggiore durata e, comunque, fino a quando il Contraente non presenti i documenti di cui al successivo art. 4, esso è tenuto al pagamento dei supplementi di corrispettivo. Tali supplementi sono dovuti in via anticipata nella misura indicata nel frontespizio dell’ “atto di fideiussione” o pattuito con apposita appendice. Il mancato pagamento di tali supplementi non potrà essere opposto al Beneficiario della garanzia e la Società avrà diritto di ottenerne il pagamento, anche in via giudiziale.

Art. 4 – Sussistenza altre garanzie. Qualora altre garanzie, sia contrattuali che reali, garantiscano il Beneficiario e/o l’oggetto della fideiussione convenuta nel frontespizio dell’“atto di fideiussione”, le suddette garanzie prevarranno su quest’ultima, la quale avrà efficacia solo per la parte residua del credito non garantita da tali altre garanzie.

Art. 5 – Liberazione del contraente dall’obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo. Il contraente, per essere liberato dall’obbligo di pagamento dei supplementi di corrispettivo, deve consegnare alla Società l’originale del presente atto restituitogli dal Beneficiario delle garanzia oppure una dichiarazione rilasciata dal Beneficiario della garanzia, corredata di fotocopia di documento di identità valido e codice fiscale della persona autorizzata alla firma che liberi la Società da ogni responsabilità in ordine alla garanzia prestata, fermo restando che, ai fini dell’art.3, detta dichiarazione non avrà alcun effetto retroattivo.

Art. 6 – Deposito cautelativo. Oltre che nei casi previsti dall’art.1953 c.c. ed in deroga a tale disposizione, la Società può pretendere che il Contraente provveda a costituire in pegno contanti o titoli non eccedenti il valore della garanzia, in qualsiasi momento durante il periodo di efficacia della garanzia, ad insindacabile giudizio ed a semplice richiesta della Società, onde assicurare a quest’ultima il soddisfacimento delle eventuali ragioni di regresso.

Art. 7 – Imposte e tasse. Le imposte, le tasse, i contributi e tutti gli altri oneri stabili per legge, presenti e futuri, relativi al corrispettivo, agli accessori, al presente contratto ed agli atti stessi da esso dipendenti, sono a carico del Contraente, anche se il pagamento sia stato anticipato dalla Società che potrà rivalersi nei suoi confronti.

Art. 8 – Obblighi del Beneficiario. Il Beneficiario dovrà, pena la decadenza dalla presente fideiussione, dare avviso alla Società, esclusivamente mediante lettera raccomandata a/r, di qualsiasi inadempienza che possa riguardare l’Oggetto della fideiussione entro i cinque giorni successivi alla conoscenza del fatto stesso, termine posto come essenziale, facendo seguire al più presto un rapporto contenente ogni altra notizia ed elemento di prova. Il Beneficiario farà quanto possibile per ridurre i danni e recuperare il suo credito dal Contraente. Sarà tenuto a seguire le eventuali istruzioni della Società per le iniziative da assumere in sede penale e in particolare dovrà su richiesta della Società costituirsi parte civile nei vari gradi di giudizio. Il Beneficiario non potrà addivenire a transazioni con il Contraente o chi per esso senza il consenso della Società, altrimenti perderà il diritto al risarcimento e sarà tenuto a rimborsare alla Società quanto avesse incassato a tale titolo dalla stessa.

Art. 9 – Valutazione della perdita. La valutazione della perdita, eventualmente subita dal Beneficiario, a causa di inadempimento delle obbligazioni cui la presente fideiussione si riferisce, sarà stilata in un apposito atto di liquidazione che verrà in ogni caso redatto in accordo tra il Beneficiario e la Società, e trasmesso al Contraente a mezzo lettera raccomandata, per ottenerne l’assenso.

Art. 10 – Pagamento del risarcimento. Il pagamento delle somme dovute in base alla presente fideiussione verrà eseguito dalla Società al Beneficiario, a sua documentata richiesta scritta, che dovrà essere inoltrata alla Società, soltanto dopo l’infruttuosa escussione, a proprie cura e spese, del Contraente, al termine quindi della promozione di tutte le azioni idonee a recuperare il credito vantato dal Beneficiario e pertanto fino al compimento degli atti esecutivi. Il Beneficiario dichiara di rinunciare sin da ora a domandare interessi legali e rivalutazioni monetarie sulle somme dovutegli nonché a rinunciare espressamente a richiesta di anticipata e provvisoria esecutorietà di provvedimenti giudiziari. Dalle somme che risultassero dovute occorrerà  dedurre gli importi di ogni eventuale credito del Contraente verso il Beneficiario.

Art. 11 – Rivalsa e surrogazione. Il Contraente si impegna a versare alla Società, a semplice richiesta, tutte le somme che questo sia o possa essere chiamato a corrispondere in forza del presente contratto per capitali, interessi e spese, con espressa rinuncia ad ogni e qualsiasi eccezione, comprese quelle previste dall’art. 1952 cc. La Società sarà surrogata, nei limiti delle somme pagate al Beneficiario della garanzia, in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo. Il Contraente si obbliga a prestare garanzie ipotecarie a favore delle società garante su beni, anche di terzi, del valore per lo meno equivalente alla garanzia prestata che non spiega alcun effetto giuridico fino all’avverarsi di tale condizione.

Art. 12 – Rivalsa delle spese di recupero. Gli oneri di qualsiasi natura che la Società dovesse sostenere per il recupero delle somme versate o comunque derivanti dal presente contratto sono a carico del Contraente.

Art. 13 – Risoluzione delle controversie ed organismo di mediazione. Le parti concordemente convengono che in caso di controversia relativa all’applicazione, all’interpretazione ed all’esecuzione del presente contratto, prima di adire all’Autorità Giudiziaria, le stesse daranno corso ad un tentativo di conciliazione/mediazione secondo le disposizioni del D.Lgs n.28/2010 e ss.mm.ii. designando, quale soggetto incaricato di espletare la procedura di mediazione, esclusivamente uno degli Organismi di Mediazione, tra quelli iscritti nell’apposito registro istituito e tenuto presso il Dipartimento per gli affari di giustizia del Ministero della Giustizia, che abbiano sede a Roma.

Art. 14. Forma delle Comunicazioni alla Società e Foro competente. Tutte le comunicazioni e notifiche alla Società, dipendenti dal presente contratto, per essere valide dovranno essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata a.r., alla sede legale della stessa. Per ogni controversia sarà competente esclusivamente il Tribunale di Roma.
FIRME (Società, Contraente, Beneficiario)

Le parti in particolare modo approvano le clausole dei seguenti articoli: art.2; art.6; art. 8; art.10; art. 11 ; art.12; art. 13: art. 14.
FIRME (Società, Contraente, Beneficiario)